5 Strategie su come superare i quiz per la patente nautica

Strategie, consigli, trucchi e regole del pollice per chi vuole prendere la patente nautica

Come affrontare le domande a quiz per il conseguimento della patente nautica? Ci sono molte studi su come migliorare la performance negli esami a risposta multipla. I ricercatori danno molti consigli e trucchi per ottimizzare le prestazioni.
Ecco 5 strategie "adattate" per chi vuole sostenere l'esame della patente nautica.


1)  Attenzione ai dettagli
2)  I negativi fanno la differenza
3)  L’unità di misura conta
4)  Salta la domanda
5)  Non modificare la risposta data.
Strategia numero 1 Attenzione a "possibile" e ai "si può"

Forse è la strategia più ovvia ma è anche quella più importante. In generale, bisogna fare molta attenzione alle parole chiave come generalmente, sempre, mai, possibile, solo, può, ragionevolmente e molte altre. Per i ricercatori, il consiglio numero une è quello di leggere con molta attenzione come sono formulate le domande. I quiz per la patente nautica non fanno eccezione. Evidenziamo però le parole chiave "si può" e "possibile". Scorrete alla fine, per vedere esempi di domande formulate con queste parole.

Strategia numero 2 I negativi fanno la differenza

Le domande che sono formulate con la negazione hanno una percentuale molto alta di errori. Oppure quando si chiede di identificare la risposta "errata". Questo non avviene per la difficoltà della domanda ma perché spesso i candidati si affrettano a dare la risposta.
Un trucco utile per evitare di cadere nella trappola è quello di rileggere/riformulare la domanda tre volte (tante quante sono le possibilità di risposta) completandola con le tre possibilità di risposta. Leggendo più volte, diventa molto più facile identificare e separare le due risposte che non soddisfano la domanda da quella che invece è la risposta che soddisfa la domanda.

Strategia numero 3 L'unità di misura conta

In mare non ci sono i punti di rifornimento del carburante questo rende la navigazione molto più pericolosa che i giri terrestri. I futuri comandanti quindi, devono avere chiaro come si misurano le distanze, le velocità e soprattutto l'autonomia di navigazione in base alle caratteristiche dei motori. La differenza nell'unità di misura (ad esempio il fatto che il motore consuma in base alle ore e non ai "Km" fatti) può generare confusione al inizio, ma per chi ama il mare non è un problema.
Ai fini dell'esame bisogna tenere presente che si può utilizzare la calcolatrice. Eventuali calcoli sono facili ma comunque è consigliabile fare molti esercizi per evitare errori banali all'esame, come la conversione delle ore in minuti o viceversa. Bisogna pero fare attenzione all'unità di misura non solo alla domanda ma anche per la risposta data. Capita spesso, nel esercizio del carteggio, che i candidati eseguono il calcolo corretto ma non specificano se il numero individuato è miglia, ore, litri ecc.

Strategia numero 4 Salta la domanda

Se entro un minuto dalla lettura non si ha un idea della risposta esatta saltare alla domanda successiva. Assicurandosi di ricontrollala alla fine. Molti candidati, per via dello stress, si dimenticano di ricontrollare e dare la risposta. Perdendo così la possibilità di dare una risposta a caso, con probabilità 1/3 di dare la risposta esatta. Avere questa strategia in mente prima dell’esame aiuta a essere più concentrati e a evitare sbagli di questo tipo. Attenzione però a non esagerare. Gli studi dicono che è accettabile saltare il 10% delle domande, nel nostro caso 2 domande. Di più si crea confusione e si perde tempo prezioso.

Strategia numero 5 Non modificare la risposta data

La formulazione corretta di questa strategia dovrebbe essere: non modificare la risposta data, se non per ragioni di cui si è assolutamente sicuri. Comunque, non modificate la risposta. Specialmente se dopo la modifica, continuate ad avere un senso di dubbio.
Spesso la prima risposta, coincide con quella più intuitiva ed è quella giusta. Molte modifiche avvengono negli ultimi minuti, che porta a un senso di confusione il che fa prendere decisione sbagliate.
Se queste ragioni non vi convincono dovete sapere che per regolamento d'esame le risposte modificate sono considerate errate. Quindi è logico non modificare, per quanto sia difficile resistere alla tentazione, non lo dovete fare! Non si sa mai... magari quella è proprio la risposta esatta!

Ecco alcune domande:

Natante da diporto a motore con a sinistra elica sinistrorsa; si può ragionevolmente ritenere che quella di dritta:

è destrorsa.
non ha importanza, perché può essere indifferentemente destrorsa o sinistrorsa in quanto, in entrambi i casi, l’unità evoluisce sempre allo stesso modo ed alle medesime condizioni.
tende a spostare la prua lateralmente verso dritta.

Oltre alle capitanerie di porto, in quali uffici è possibile conseguire la patente nautica per il comando/condotta di un imbarcazione da diporto entro 12 miglia dalla costa?

presso gli Uffici Circondariali marittimi e gli Uffici di Motorizzazione civile.
solo presso gli Uffici di Motorizzazione civile.
solo presso gli Uffici di Motorizzazione civile e gli Uffici Locali marittimi.

Quale tra le risposte sotto elencate non è un luogo di posizione?

Cerchio di egual differenza d'azimuth.
egual profondità.
rosa dei venti.

Applicata la formula T = S:V (tempo = spazio:velocità), si riava 4,4. Ciò significa che la navigazione durerà?

4 ore e 40 minuti.
4 ore e 24 minuti.
4 ore e 14 minuti.

Fonti:
Link utili dell'Università di Harvard. Articolo dell'Università di Guelph in Canada. Guida dell'Università di Wisconsin
Le domande sono estratte dalla lista Quiz Base della Capitaneria di Genova  aggiornate al 14/Aprile/2016